Loading...

Parigi tra macarons e croissant

Per il primo articolo del mio blog, come non cominciare dalla città che mi ha rubato il cuore e anche parte del portafogli. E già, Parigi si sa, non è proprio la città economica per antonomasia. Ma vedrete che anche con un budget ridotto si potrà riuscire a visitarla al meglio assaporando ogni minuto della Ville Lumiere.

Parigi serale

Da dove cominciare, innanzitutto la zona dove alloggiare.

Parigi è meravigliosa da qualsiasi punto di vista. Occorre però scegliere il proprio alloggio in base alle proprie esigenze e al proprio budget. Tenendo in considerazione che la città è piuttosto grande e quindi una sistemazione tra le varie attrazioni è sicuramente la scelta ottimale. Io ho soggiornato nel Quartiere Latino e si è rivelata un’ ottima scelta. Quartiere frizzante, popolato da giovani e studenti, vista la vicinanza a la Sorbona. Tanti ristorantini in cui cenare la sera.

Altri quartieri molto caratteristici sono Saint Germain des Pres con le sue viuzze ciottolate, café e pasticcerie e Le Marais. Altro quartiere storico, affascinante e romantico con le sue stradine strette, le piazzette e i numerosi localini gourmet. Qui ci si può fermare prima di cena per un aperitivo. Per risparmiare, si può sempre optare, invece che per un hotel per un B&B. Oppure ci si può allontanare un po’ dal centro della città e utilizzare la rete metropolitana parigina che è molto efficiente.

Secondo step cosa visitare? Parigi è a mio avviso un museo a cielo aperto. Vi basterà passeggiare per le sue vie, lungo i suoi ponti e i suoi giardini, per sentirvi portare indietro nel tempo negli anni venti. In quelli che furono les années folles, gli anni in cui la città tornò alla luce diventando la capitale della bella vita, degli artisti e del jazz.

Tornando con i piedi per terra ecco qualche mio suggerimento su ciò che vale la pena vedere:

Museo del Louvre: immenso e meraviglioso con oltre 400.000 reperti e opere. Perdersi tra le sale e rivivere il libro de Il codice da Vinci con uno sguardo alla Gioconda è sicuramente da fare.

Musée d’Orsay: ospitato in un ex stazione ferroviaria, si possono apprezzare le opere degli impressionisti come Gaugin e Renoir.

Opèra: teatro pubblico in un meraviglioso palazzo di fine ‘800 ricco di fascino.

Tour Eiffel: il monumento più famoso di Parigi, simbolo della città, non può mancare in una visita a Parigi. La migliore vista della torre la si ha dal Trocadero.

Notre Dame: cattedrale del 1300 dalle sue guglie si gode di una vista mozzafiato sulla città.

 –Arc de Triomphe: situato all’inizio degli Champs-èlysèe, collega BEN 12 strade (e…si, io ne so qualcosa, piccolo incidente in taxi in una delle strade di fronte all’arco!!) Molta confusione per immettersi nelle corsie che portano nei vari quartieri della città. Se salite in cima, dopo la ripida e stretta scala arriverete alla terrazza da cui si gode di una vista meravigliosa.

Basilica del Sacro Cuore: situata a Montmatre, è molto suggestiva in quanto eterea e imponente con il suo colore bianchissimo. Io beccai un bellissimo evento nelle stradine circostanti, la festa della vendemmia con stand eno-gastronomici da tutta la Francia! Mio marito si è abbuffato di ostriche!

Ponte Alessandro III: questo è in assoluto il mio ponte preferito. Maestoso, sovrastato da cavalli dorati, collega il Grand Palais all’Hotel des Invalides.

Champs -élysées: il viale forse più conosciuto al mondo con i suoi cafés, negozi e hotel di lusso è passeggiata imperdibile.

Ovviamente da vedere a Parigi ci sono altre mille cose. Queste sono secondo il mio parere le più importanti. Ovviamente non fermatevi ma andate avanti a vedere tutto ciò che di bello la Ville Lumiere ha da offrire.

Terzo step, importantissimo cosa mangiare. E qui si apre una parentesi senza fine. Parigi cosi come la Francia ha una delle cucine migliori al mondo e quindi non c’è che l’ imbarazzo della scelta.

Dai famosissimi macarons ( io adoro quelli di Ladurée), ai croissant al burro che si sciolgono in bocca!! Ah come vorrei poterne mangiare uno ora. Al famoso pain au chocolat. Ovviamente non solo dolci. La cucina francese propone delizie per tutti i gusti, dalla Soupe gratinée à l’oignon, ovvero zuppa a base di cipolle, per chi ama il genere assolutamente da non perdere, alla quiche lorainne. Dalle escargot à la bourguignonne, ai fantastici formaggi. Il tutto accompagnato da un calice di vino Rosé che non guasta mai!

Insomma ce n’è per tutti i gusti. Se nel caso vorrete mangiare qualcosa che non sia francese troverete tantissime varianti, ristoranti etnici fusion, italiani ma anche pub e birrerie.

  Ultimo ma non ultimo dei piccoli consigli:

-I mezzi di trasporto pubblici quali treni, metro e pullman sono efficienti ma se riuscite, cercate di vivervi la città camminando a piedi. Magari utilizzare i mezzi solo per gli spostamenti nelle grandi distanze.

-Il taxi è comodo per la sera. Non ha un prezzo proibitivo e sopratutto se siete in gruppo avrete modo di dividervi il costo della corsa.

-Copritevi, copritevi e ancora copritevi. A Parigi fa davvero freddo. Soffia un’aria gelida per gran parte della giornata, ovviamente in autunno e in inverno.

-Non perdetevi una crociera sul Bateau-mouche. Parte dal Port de la Conférence vicino al Pont de l’Alma. Dura circa un’ora e vi farà assaporare i monumenti più belli di Parigi e passare sotto i suoi magnifici ponti.

-Un giro alle Galeries Lafayette non può mancare. Sbirciando i capi delle grandi marche e i magnifici gioelli. Nel periodo di Natale è ancora più bello. Vedere l’immenso e illuminato albero di Natale al centro del palazzo è spettacolare!

-Non perdetevi i monumenti più belli di Parigi illuminati alla sera, secondo me hanno ancora più fascino!!

-Se avete tempo dedicate una giornata alla visita della Reggia di Versailles e ai suoi giardini. Io purtroppo ho beccato condizioni meteo avverse, ma tornerò per riuscire a vedere i giardini con le loro fontane al loro meglio!

Ci sarebbero altre milioni di cose da dire su questa città. Il mio post vuole solo essere da spunto e ispirazione per tutti coloro che hanno sempre desiderato vedere questa meravigliosa e maestosa città. Vi lascio a qualche foto fatta da me cosi da poter sognare …

You might also like

No Comments

Leave a Reply