Loading...

Dublino tra storia e Guinness

Capitale d’Irlanda, Dublino si differenzia da molte altre città europee per la sua particolarità, per il fatto di riuscire a rimanere distaccata da quello che è lo standard europeo. Infatti non spicca generalmente tra le prime scelte di un viaggio.Sbagliando ovviamente, perché una volta visitata saprà stupirvi per la sua bellezza, la sua storia e la sua modernità! Dublino è una città accogliente, piccolina da poter girare tranquillamente in tre giorni. Vedrete ne rimarrete affascinati! Quali sono le principali attrazioni da non perdere? Ecco qui la mia piccola personale lista, partendo da ciò che mi ha colpito di più.

 

-St.Stephen’s Green-

Angolo di pace nel cuore della città, il parco è un luogo meraviglioso dove poter passeggiare e godersi una bellissima giornata di sole (come è capitato a noi). Al suo interno si trova un piccolo laghetto abitato da papere e il padiglione della musica. Perdetevi nei suoi prati verdi riposando su una delle tante panchine per poi ripartire alla visita della città.

-Grafton street-

Cuore pulsante della vita irlandese, questa via che trovate appena fuori il St. Stephen’s Green è il fulcro della città. Ricca di negozi o cafè dove rilassarsi, è anche la via degli artisti di strada. Ovunque vi giriate troverete cantanti intenti ad esibirsi con qualche brano di musica rock o qualche ballata irlandese. Alla fine della via, arrivando dal parco, da non perdere la statua di Molly Malone, realizzata nel 1987 e protagonista dell’ inno ufficiale della città.

-Trinity College-

Università prestigiosa, è una meraviglia per la vista, fondata nel 1592 da Elisabetta I al suo interno troverete una magnifica libreria ricca di volumi storici. Rimarrete senza fiato alla vista della Long Room, contenente più di 200.000 opere, con il suo soffitto con volta a botte e il suo fascino antico. Tra i vecchi studenti del Trinity College spiccano Oscar Wilde, Samuel Beckett e Bram Stoker. La sfera dorata di Arnaldo Pomodoro si trova in una delle piazze del college, fermatevi ad ammirarla e a specchiarvi al suo interno! Un salto qui anche solo per ammirare il college dall’esterno e passeggiare tra gli studenti nelle sue piazze non potete perderla.

-The Temple Bar-

Come non nominare il quartiere per eccellenza?! Una visita a Dublino non è tale se non avete passato almeno una serata in uno dei tanti pub della città. Famosa per la sua Guinness, a Dublino tappa fissa al The Temple Bar, pub e quartiere di Dublino. Troverete tantissimi giovani irlandesi e non, pronti a divertirsi e far festa in qualsiasi sera della settimana! L’ unica ad acquistare una coca cola e non una birra sono stata io 😉

-St.Patrick Cathedral-

La più grande delle cattedrali protestanti della Chiesa d’Irlanda una volta era una semplice chiesetta in legno costruita nel XII secolo in onore di San Patrizio. Tappa obbligata in una visita a Dublino, la cattedrale ha un fascino magnetico, grazie anche alla sua imponenza e al contrasto con il verde prato circostante. Visitata da molti turisti, è sede di numerosi eventi e spettacoli religiosi. Al suo interno vi sono numerose tombe di personaggi illustri tra i quali spicca Jonathan Swift.

-O’ Connel Street-

Questa viale tra i più importanti della città, ospita tantissimi negozi e monumenti. Il The Spire spicca al suo interno. E’ un largo spillone alto 120 metri, conosciuto anche come Monumento della Luce. Splendide residenze georgiane incorniciano il viale, rimarrete affascinati.

-Powerscourt Centre-

Centro commerciale di grande impatto, ubicato in un edificio  georgiano del XVIII, oggi ospita numerose boutique e ristoranti. Numerosi stilisti irlandesi esercitano la loro attività sartoriale in questo edificio. Troverai molte gioiellerie e rivenditori d’antiquariato. Dimenticherai facilmente i centri commerciali a cui sei abituato perché questo ti lascerà senza fiato!

-Castello di Dublino-

Immergersi nella storia e nell’arte del Castello è un altro momento da non perdersi. Costruito su un insediamento vichingo, il castello ha assunto molti ruoli nel corso degli anni. Da prigione a tribunale, da fortezza militare a centro del potere britannico in Irlanda. La città di Dublino le deve il nome, infatti Dublino deriva dall’irlandese “Dubh Linn” che significa stagno nero, infatti lo stagno si trovava nella zona in cui ora sorge il castello.

Tanti i luoghi da visitare in questa città. Per gli amanti della birra da non perdere un tour all’interno della Guinness Storehouse, la Casa della Guinness. 7 piani che raccontano ogni dettaglio sulla produzione della famosa birra. Una passeggiata sul fiume Leffey ammirando il tramonto è un’altra idea su cosa non perdere in città. Il fiume taglia in due Dublino, a nord troviamo i quartieri con i numeri dispari, a sud quelli con numero pari.

Per una gita fuori porta il mio consiglio è quello di informarvi su cosa più si adatta a voi. Da castelli a residenze nobili a città famose. Noi abbiamo visitato il villaggio di pescatori di Howth sulla costa a nord di Dublino, difficilmente ve ne dimenticherete. Un vero gioiellino. Abbiamo pranzato con del pesce crudo freschissimo in uno dei molteplici ristoranti sul porto, un’esperienza indimenticabile! Passeggiata sul molo ad ammirare le foche e stando attenti a non farsi inzuppare dalle onde se sono troppo alte.

Che dire, Dublino è una città a misura d’uomo, semplice, ma con grande fascino. Semplicemente passeggiando per le vie di questa città vichinga, vi accorgerete di quanta storia sprigiona dai suoi palazzi. Ed è proprio questo a renderla unica, il fatto che sia così moderna e storica allo stesso tempo! Dai suoi negozi tipici agli artisti di strada. Tutto porta a scoprire che visitare questa città è sorprendente!  E allora cos’aspettate? L’Irlanda vi aspetta!

You might also like

No Comments

Leave a Reply