Loading...

Minorca: l’ Isola dei Sogni

Cala Macarelleta Minorca

Penso capiti a tutti prima o poi di innamorarsi di un luogo, di una città, o semplicemente di captare un’ emozione più forte quando vi trovate in un determinato posto. Ecco questo è quello che provo io ogni qualvolta metto piede su questa fantastica isola. Che mi ha letteralmente rubato il cuore. Il suo mare, il suono dei grilli mentre ti addentri nella natura selvaggia cercando calette incontaminate. Il profumo delle pinete, il cielo azzurro che fa da contrasto ai colori meravigliosi di quest’ isola, tutto non fa altro che dirti “resta qui, non te ne andare”. E infatti, ogni volta che la mia vacanza finisce e arriva il momento di tornare a casa, c’ è sempre quel senso di malinconia. Quasi un nodo in gola al pensiero che dovrà trascorrere molto tempo prima del mio ritorno sull’ isola.

 

Scorci di Minorca

Nei miei viaggi a Minorca ogni volta ho imparato qualcosa di nuovo. Ho scoperto piccoli luoghi che ti lasciano il segno e conosciuto calette meravigliose che nulla hanno da invidiare alle più rinomate località oltreoceano. Piccoli paesini caratteristici si trovano all’ interno dell’ isola come Es Castell, Sant Lluis e Ferreries. Dove puoi trovare segni della vita semplice di chi ci vive o al nord puoi imbatterti in pittoreschi villaggi di pescatori, come Fornells.

Fornells Minorca

Visitare l’ isola è molto semplice. Dall’ aeroporto di Mahòn (capitale dell’isola) a Ciutadella (antica capitale) ci vuole circa un’ ora di auto, qui si snoda la principale strada di Minorca. Ovunque voi vogliate andare, dovrete percorrere questa strada centrale e poi prendere una delle varie strade secondarie a cui è collegata. La parte Sud dell’ Isola è caratterizzata da spiagge di finissima sabbia bianca e dal mare che regala una palette di azzurri da restare senza fiato. La parte Nord dell’ isola è invece costituita da spiagge di sabbia dorata, con un verde mare cristallino. Io prediligo le spiagge del sud perché amo la sabbia bianca e fine da sembrare quasi che non c’è, ma anche le spiagge del Nord dell’ isola come Cala Pregonda o Cavalleria meritano almeno una visita durante il vostro viaggio.

Nord di Minorca

Noleggiare un auto è secondo me la soluzione ottimale. In quanto l’ isola è piuttosto grande e visitarla in scooter sotto il sole cocente o di sera quando le strade sono molto buie e senza illuminazione non è proprio la scelta migliore. In ogni caso arriverete ai comodi parcheggi delle cale senza problemi anche in auto, per poi percorrere a piedi la strada verso il mare. Intorno a tutta l’ isola si snoda il Cami de Cavalls. Altro non è che un percorso sterrato in mezzo alla natura, da poter percorrere a piedi, in bici o appunto a cavallo senza problemi. Attraverserete zone stupende, valli, torrenti, spiagge, prati. E’ un percorso di media difficoltà, per chi ama camminare, in quanto dovrete sudare un bel po’ ed alcuni tratti sono abbastanza difficili, ma entrerete a contatto con la natura come non mai!

Per quanto riguarda l’ alloggio, io punterei o a un B&B a contatto con la natura, o un appartamento o villetta vista mare ( che qui hanno prezzi accessibilissimi!). In quanto optare per un villaggio, di conseguenza riduce la libertà di esplorare l’ isola. Minorca va vissuta fuori dai complessi turistici, se siete tipi da” non mi muovo dalla piscina dell’ hotel” allora vi consiglio di scegliere un altra destinazione per le vostre vacanze. L’ isola è grande e i punti dove poter pernottare sono molti, noi abbiamo soggiornato a Cap d’ Artrutx vicino all’ omonimo faro. Ci siamo sempre trovati bene, in quanto vicini a  Ciutadella per la sera dove poter cenare in qualche ristorantino sul porto o fare una bella passeggiata tra le bancarelle e i negozi artiginali del centro. Oppure potete optare per il centro dell’ isola, in modo da essere a pochi passi dalle splendide spiagge.

Faro di Cap d' Artrux

Bellissime le escursioni in barca che ti permettono di vedere l’ isola da un’ altra prospettiva. Noi abbiamo optato per quella delle spiagge del sud ed è stata sorprendente. Avrai modo di vedere scorci panoramici fantastici, trovarti al largo delle calette ed avere sotto di te un mare azzurro e talmente trasparente da vedere mille pesciolini che nuotano. Di solito queste gite partono dal porto di Ciutadella e durano tutta la giornata con pranzo a bordo a base di paella. Imperdibile per chi ama il mare!

Minorca è anche Riserva della Biosfera, in quanto è ricca di differenti habitat, dove vivono molteplici specie animali. Potrebbe infatti capitarvi di trovare in riva al mare molte alghe, ma in quanto anche la loro morte fa parte del ciclo della vita, viene rispettata e quindi non vengono rimosse. Come invece accade in altre isole o località balneari. Una giornata al Parco Naturale di s’ Albufera des Grau vi aprirà gli occhi su un luogo magnifico in cui la natura sovrasta incontaminata. Qui avrete modo di notare la grande varietà di paesaggi. Di ammirare molteplici specie di uccelli, dagli aironi ai cormorani, oppure di ammirare il tramonto dal Cap de Favàritx, dove si trova l’ omonimo faro. Magico!

Un altro luogo imperdibile a Minorca è la Cova d’en Xoroi. Lounge bar che si snoda all’ interno ed all’ esterno di queste grotte naturali a picco sul mare! La vista che si ha del tramonto è unica, ti sembrerà di essere direttamente in mare.

E poi la particolarità è essere all’ interno di queste grotte dove un tempo, secondo la leggenda, si nascondeva appunto Xoroi, che si rifugiò qui per non essere catturato dalle autorità del posto a causa dei piccoli furti che commetteva. Xoroi si innamorò di una giovane donna prossima alle nozze. Pochi giorni dopo improvvisamente lei sparì, nessuno più la trovò. Finché dopo alcuni anni, dei contadini trovarono sulla neve (evento più unico che raro sull’ isola) delle orme e seguendole arrivarono alla grotta dove trovarono Xoroi con la donna e i loro figli. Xoroi vedendosi circondato si tuffò in mare, e sparì. La donna disperata fu riportata dalla sua famiglia di origine e cosi ha fine questa nostalgica storia d’ amore.

Cova d' en Xoroi Minorca
Terrazza Cova

Tramonto Cova

Insomma Minorca ha davvero tanto da offrire ai suoi visitatori. Questa bellissima isola a tratti incontaminata è un luogo dove, chi cerca relax assoluto sarà accontentato. Non è un’ isola per chi cerca il divertimento sfrenato. Questa è l’ isola della calma, del sdraiarsi in spiaggia circondati dalla macchia mediterranea e dall ‘azzurro del mare, leggendo un buon libro. Ovvio visitata in alta stagione oramai anche lei è presa d’ assalto dai turisti, ma visitata in Giugno, primi di Luglio o Settembre potrete captare di più la sua essenza.

Vi sarete accorti che non vi ho parlato nel dettaglio delle spiagge dell’ isola, in quanto meritavano un post tutto loro. Scopritele nel post Minorca: le spiagge.

Cala' n Porter Minorca

 

You might also like

Comments (6)

  • Silvia Wanderlust 10 mesi ago Reply

    Stupenda!! Non sono mai stata in quest’isola, ma mi hai fatto venire voglia!!

    thewoolplaid 10 mesi ago Reply

    È meravigliosa! 😍una piccola perla del Mediterraneo.. e aspetta di leggere delle spiagge!

    Silvia Wanderlust 10 mesi ago

    Non vedo l’ora!! 😁

  • mauri53 10 mesi ago Reply

    Cale fantastiche

  • […] Il mio consiglio resta sempre quello di noleggiare un auto e non perdervi neanche un centimetro di questa bellissima isola, a tratti ancora incontaminata e che saprà regalarvi emozioni uniche per il suo paesaggio, la sua cucina, i suoi paesini e il suo mare straordinario!! Se oltre alle spiagge volete altre info sull’ isola e non l’ avete ancora fatto vi consiglio di leggere il mio post precedente: Minorca: l’ Isola dei Sogni. […]

  • […] idea per la Spagna vi consiglio l’ isola di Minorca, leggete i miei racconti di viaggio: Minorca: l’ Isola dei Sogni e Minorca: le […]

Leave a Reply