Santorini, l’isola dei tramonti

Le isole greche e la Grecia, hanno sempre riscosso un certo fascino in me. Sarà la loro storia, sarà l’atmosfera che si respira, sarà il cibo greco a base di ingredienti semplici. Così scelsi per quell’estate, di non fermarmi ad una prima isola ma bensì visitarne tre: Mykonos, Paros e Santorini. Ed è proprio da quest’ultima che voglio cominciare a raccontarvi il mio road trip.

Vista sulla meravigliosa Caldera
Uno dei molti campanili di Oia, Santorini

Santorini è stata l’ultima isola delle tre che ho visitato. Divisa in due, da una parte alta a Ovest, sulle ripide scogliere a 300 metri di altezza e da una parte dolce e bassa a Est. È un’isola unica. Vi basterannotre giorni per conoscerla, e tre secondi per innamorarvi dei suoi tramonti. Ebbene si, i tramonti di Santorini sono tra i più scenografici e rinomati di tutto il mondo. Sarà che il sole qui sembra una palla infuocata e al tramonto colora tutto il cielo di un rosso intenso. Vi rapirà subito la prima sera.

Tramonto nella magica Santorini

Numerosi i punti in cui poterlo ammirare. Dal paese principale Fira, dove tra un ristorantino e l’altro troverete qualche panchina in cui potervi rilassare ammirando il tramonto, oppure a Imerovigli direttamente dalla camera del vostro albergo. Il punto in cui il tramonto è più fotografato rimane sempre Oia.

Oia è il paese più romantico dell’ isola, protagonista dell’ 80%, delle foto di Santorini. Un paesaggio da cartolina. Deliziose case bianche si alternano a cupole azzurre e blu di Chiese e Cappelle e meravigliosi hotel con piscina si affacciano sulla Caldera. La Caldera è il cuore di Santorini. È il punto ove un tempo sorgeva il fulcro dell’ intera isola, fino a quando una terribile eruzione fece sprofondare il centro di Santorini. Dall’ isola potrete ammirare il vulcano, ancora attivo, che regala l’impareggiabile vista sul mare, che qui è di un blu particolare. Un blu intenso, così scuro da far sembrare l’ acqua densa.

Relax ad Oia, con vista Caldera
Una via di Oia

Passeggiare sotto il sole cocente, con una brezza fresca che vi accarezza, fermandovi qua e la tra i molti negozietti che si susseguono a Oia, è sicuramente tra le cose da non perdere a Santorini. Mi raccomando tutto ciò con la vostra macchina fotografica a portata di mano, perché non smetterete un attimo di fotografare! La strada che da Fira porta a Oia è di una bellezza straordinaria. Avrete alcune viste magnifiche sul mare. Ad un certo punto vi troverete nel punto più stretto dell’isola e avrete il mare sia alla vostra sinistra che alla vostra destra!

Chiesa ad Oia
Strada panoramica da Fira a Oia

Fira al contrario di Oia, è un po’ più movimentata. Molti locali serali si alternano a ristoranti, hotel e anche Chiese. Pensate che io sono riuscita a trovarmi di fronte a ben tre matrimoni in tre giorni. Sposarsi con questa vista deve essere unico. A Fira avrete solo l’imbarazzo della scelta su dove pernottare o cenare. La mitica cucina greca, fatta di pesce fresco, verdure di stagione e l ‘immancabile tzatziki è una vera delizia. Tanti i ristoranti “acchiappa turisti” con vista Caldera, con prezzi esorbitanti. Informandovi un pochino però, mi raccomando, riuscirete a non incappare in truffe.

Fira, Santorini
Vista sulla Caldera a Santorini

La rinomata Imerovigli, è più che altro una zona residenziale, ma assolutamente da visitare. Scendere mille scalini bianchi tra bellissime casette e hotel, incastrati tra loro, fino ad arrivare a terrazze con viste uniche. Questa è Santorini, l’isola che tutti conosciamo.

Io che ammiro il paesaggio a Santorini
Vista sul mare blu a Santorini

Purtroppo però, c’è anche un’altra faccia dell’isola, ed è quella ad Est. Quella non affacciata sulla Caldera, ma che regala spiagge uniche nella loro particolarità. Percorrendo le strade che vi portano alle spiagge di Kamari e Perissa, avrete modo di vedere un lato di Santorini diverso. Qui le case non sono lussuose, parecchie sono abbandonate e in stato di degrado. Le strade sono trasandate e non sempre ben pulite. Sono rimasta molto colpita da questa parte di Isola che non mi aspettavo di  vedere. La zona meno turistica, lontana dalla movida e distante anche dalle spiagge.

Ritornando alle spiagge, le più conosciute sono quella di Kamari e di Perissa. Entrambe molto particolari, in quanto non troverete la classica sabbia dorata delle isole greche, ma bensì sabbia e sassolini sono neri. L’acqua è scura e profonda e a causa del vento, che qui è sempre presente, spesso molto mossa. Altre spiagge da non perdere, più difficili da raggiungere, sono la Red Beach e la White Beach. La Red Beach deve il suo nome alla scogliera di lava rossa alle sue spalle, per arrivare qui bisogna percorrere un ripido sentiero in discesa. Al contrario la White Beach, è raggiungibile solo via mare.

La spiaggia nera di Kamari a Est dell' isola di Santorini

Kamari

Numerose sono anche le escursioni sul cratere del vulcano e sull’isolotto di Palea Kameni che si trova nel cuore della Caldera. Sull’isolotto troverete le sorgenti di acqua calda e i famosi Hot Springs, ovvero i fanghi naturali. Le escursioni partono dal porto di Fira giornalmente.

Vista impareggiabile sulla Caldera

Santorini è unica nel suo genere, non a caso è una delle mete più gettonate al mondo. In qualsiasi periodo voi andiate troverete sempre molti turisti, con il culmine in estate. Io l’ho visitata in Giugno, ed era già molto affollata. Sia che decidiate di dedicargli un unico viaggio o di inserirla tra le tappe del vostro trip, una volta nella vita va visitata.

Oia
A Santorini la vista sul mare non manca

A Santorini c’è il comodo aeroporto, è quindi una buona base di partenza per una delle tante isole dell’ arcipelago. Perché limitarsi ad una sola isola quando è così semplice visitarne altre?! Le isole delle Cicladi sono collegate tra loro da frequenti imbarcazioni, che effettuano anche lunghe tratte. Noi siamo arrivati a Santorini con un viaggio di quattro ore in nave da Paros. Un’esperienza unica e indimenticabile. Ho potuto anche ammirare alcuni delfini tra le onde, dietro la nostra nave oltre che passare a distanze ravvicinate ad altre isole, come Naxos.

Naxos, vista dalla nave diretta a Santorini

Naxos

You might also like