Loading...

Sognando New York

New York

New York è uno di quei luoghi in cui ho sempre sognato perdermi. Ma non perdermi nel senso letterale della parola. Perdermi inteso come esplorare le sue vie e strade da cima a fondo, dimenticando il tempo che passa, la giornata che scorre.

Sogno di visitare New York da sempre, perché ad essere onesti, la città offre moltissimo ai suoi visitatori e almeno una volta nella vita è necessario passare da li. New York è come una calamita. Provo a scegliere mete diverse, selezionare luoghi sperduti e affascinanti, ma anche se questa è una città moderna mi attira a se come se fosse l’unica opzione di viaggio disponibile. Certo, avere queste grandi aspettative verso un luogo non sempre è positivo, potrei altamente restare delusa dopo il viaggio.

Come riuscire a resistere al richiamo della Grande Mela?

Penso sia impossibile.

Porte a New York

Passeggiare per le vie di Manhattan

La prima cosa che vorrei fare è prendere il classico taxi giallo e avere il primo colpo d’occhio della città proprio da li. Guardare fuori dal finestrino e scoprire quanto possa essere lontano il cielo oltre le cime altissime dei grattacieli. Non mi spaventa l’idea di usare i mezzi pubblici il meno possibile e camminare molto per vivermi New York a piedi, in lungo e in largo. Penso sia una delle cose più affascinanti (e indubbiamente stancanti) che si possano fare.

Passeggiare per le famose vie di Manhattan ammirandone gli edifici, le gallerie d’arte, gli artisti di strada, i venditori ambulanti di hot dog, i residenti che si recano al lavoro. I turisti intenti con la mappa cartacea a capire in quale via siano finiti, i grandi magazzini famosi in tutto il mondo, le boutique, le abitazioni viste in migliaia di film, il traffico della città, i tanti giardini pubblici.

Taxi a New York

Estremamente affascinante il Greenwich Village, tra pasticcerie famose come Magnolia Bakery ed edifici a misura d’uomo, dove scorgere alcune abitazioni viste nelle serie televisive ambientate a New York.

Una domanda che mi pongo spesso quando penso a un viaggio nella Grande Mela, è come si riesca a dormire la notte, sapendo di essere nella città che non dorme mai. Sapere che al di fuori della tua stanza d’albergo, c’è una città che offre locali, ristoranti e ritrovi culturali ad ogni ora del giorno e della notte. Impossibile riuscire a fermarsi!

Case a New York

Icone Newyorkesi

Tra le attrazioni di New York che più sogno di visitare sicuramente troviamo Central Park, il grande polmone verde della città. Sapevate che almeno 18 cancelli d’ingresso del parco pubblico hanno un nome? Da qualsiasi cancello voi entriate penso sia impossibile resistere alla bellezza del parco. Vorrei visitarlo in ogni sua zona, vista la quantità di differenze tra le varie aree, anche se penso sia improbabile data la grandezza del parco.

Imperdibili sicuramente gli Sheep Meadows, il grande prato dove fermarsi per un picnin, Bethesda Terrace cuore di Central Park, vista in numerosi film e il The Ramble, il bosco dove potersi rilassare all’ombra dei numerosi alberi. Il Great Lawn è una delle zone più celebri del parco. Qui vengono regolarmente ospitati concerti, è un luogo adatto per ammirare in lontananza i grattacieli.

Vorrei un hotel nei pressi di Central Park per potermi concedere ogni mattina un assaggio di questa zona verde, tra persone che fanno jogging e bambini a passeggio.

Central Park New York

Mi attrae molto anche l’idea di visitare l’High Line nel West Side, la vecchia linea ferroviaria trasformata oggi in un parco, dove passeggiare e scorgere vedute uniche della città. Sapevate che da quando è nato il parco questa zona è diventata una delle più gettonate in cui vivere?

Oltre ai parchi, un’amante della lettura come me non può non sognare di visitare la New York Public Library, vista in numerosi film, è da sempre tra le icone che non posso perdermi! Così come la stazione di Grand Central Terminal nel cuore di Manhattan, uno dei simboli della città, anch’essa presente in numerosi film e serie televisive. Perché come ho spesso sentito dire, anche se è la prima volta che passeggi per le strade di New York, è come se già ci fossi stato, avendola ammirata da sempre al cinema e in tv. E io penso sia proprio così.

New York Public Library

Central Terminal New York

Scorci imperdibili

Tra gli scorci e viste di New York imperdibili, sicuramente ammirare di giorno la città dall’alto del Top of The Rock. Il famoso osservatorio del complesso del Rockefeller Center, che offre una vista unica su Central Park, sull’Empire e sul Chrysler Building. Di sera al tramonto è consigliabile salire invece all’86 esimo piano dell’Empire State Building per ammirare lo skyline di New York illuminato in tutta la sua magnificenza.

Empire New York

Tra gli edifici più alti della città svetta ora la Freedom Tower, ovvero il One World Trade Center, costruito sulle ceneri delle Torri Gemelle. Qui in cima si trova il One World Observatory, un osservatorio magnifico da cui poter ammirare tutta New York. Il percorso per arrivare all’osservatorio comprende varie esperienze molto interessanti e affascinanti. Non dimentichiamo che a pochi passi dalla torre si trova il memoriale dell’11 Settembre e il museo dedicato alla tragedia.

Freedom Tower New York

 

Bellissima la vista sulla Statua della Libertà e sui grattacieli di Manhattan dal traghetto che porta a Staten Island. Un piccolo tour che vi permette di ammirare il monumento da vicino senza però salire al suo interno.

Un altro scorcio famoso è la vista sui numerosi schermi di Times Square, must di una visita nella Grande Mela. Times Square è frequentata e ricca di gente ad ogni ora del giorno, essendo in una zona ricca di attrazioni. Tra i più importanti i già citati Empire, Chrysler Building, la New York Public Library e numerose boutique d’alta moda sulla Fifth Avenue.

Times Square New York

Musei rinomati

Durante un viaggio a New York penso sia impensabile non visitare almeno uno dei molti musei della città. Famosi in tutto il mondo per le numerose e straordinarie opere d’arte conservate e per la bellezza degli edifici. Nonostante io abbia le idee chiare su cosa vorrei visitare nel mio viaggio a New York, la scelta dei musei non è poi così scontata, anche se probabilmente punterei al MoMa.

Il MoMa, il Museum of Modern Art, è tra i più rinomati musei di tutto il mondo. La sua particolarità sta nell’andare oltre il concetto di arte inteso come pittura, disegno e scultura. Qui sono infatti esposte mostre fotografiche e di design, così come opere multimediali e libri illustrati. Insomma un sogno per me ammirare opere di artisti quali Frida Kahlo, Cézanne, Gauguin, Van Gogh, Picasso, Monet, Pollock, Mondrian e molti altri.

Altri musei imperdibili sono il Metropolitan Museum, il Guggenheim e l’American Museum of Natural History dove hanno girato il famoso film “Una Notte al Museo”.

Metropolitan New York

Oltre Manhattan

Al di fuori del cuore di New York meritano la visita anche altri quartieri che fino a poco tempo fa non godevano di una buona reputazione. Tra questi Harlem, centro culturale e commerciale degli afro-americani. Imperdibile assistere la Domenica mattina ad una delle molte messe gospel che si svolgono nelle chiese del quartiere. Chi ha avuto modo di assistere a una di queste funzioni le reputa altamente emozionanti.

Brooklyn è probabilmente tra le mete che più mi affascinano in tutta la città. Attraversare il ponte che collega Manhattan a Brooklyn e ammirare lo skyline lo trovo elettrizzante! Sogno di passeggiare per il quartiere, così ricco di culture e con un animo talmente diverso da Manhattan da sembrare un’altra città. Di ammirare le vetrine dei piccoli negozi, tra mercatini e caffetterie, scoprire l’animo unico ed affascinante di questo quartiere.

La fotografia che più sogno di scattare? Forse è un po’ scontata, ma è la vista del ponte di Brooklyn da Dumbo, ex quartiere industriale ora ricco di gallerie d’arte e appartamenti. Da Washington Street si può scattare la famosa foto qui sotto.

Dumbo New York

Questa è la mia New York, il mio punto di vista su cosa vorrei fare, vedere ed esplorare. La City è talmente grande che ho sicuramente tralasciato qualcosa. Ma nel caso decidessi di partire, non temete, cercherò di organizzare un tour impeccabile senza dimenticare nulla. E voi, cosa mi consigliate di vedere a New York?

Brooklin Bridge New York

You might also like

Comments (4)

  • Erica Mussini 3 mesi ago Reply

    Io sto cercando più info possibili visto che il 17 febbraio parto…spero di riuscire a vedere tutto ciò che hai scritto, starò 8 giorni pieni!

    Selene 3 mesi ago Reply

    Bellissimo! Otto giorni sono ideali secondo me, non vedo l’ora di seguire il tuo viaggio! 😉

  • Amina 3 mesi ago Reply

    Bello aver intercettato questo tuo post perché tu non ci sei ancora stata ma hai pensato ad un itinerario che corrisponde a quello che io avevo preparato e ho poi testato lo scorso ottobre quando sono stata per la prima volta a New York per otto notti e quindi mi hai fatto rivivere quel viaggio. Posso confermarti che ne è valsa la pena.

    Selene 3 mesi ago Reply

    Grazie Amina, sono molto contenta che ti sia piaciuto! È una città che sogno di visitare da sempre e negli anni ho avuto modo di aggiungere sempre un dettaglio alla lista di cose che vorrei vedere! È un viaggio che sicuramente prima o poi farò. 😉

Leave a Reply