Cinque spiagge (in cui sono stata) che ti conquisteranno

Spiagge che vi conquisteranno

C’è chi ama la spiaggia con fine sabbia bianca e acqua turchese, chi predilige le piccole cale di sassolini nascoste e selvagge e chi in una vacanza al mare cerca lunghe spiagge dorate in cui poter passeggiare e stare in totale tranquillità.

Qualunque sia il vostro tipo di vacanza, alcune spiagge restano impresse nella mente. Sarà che io amo particolarmente l’atmosfera che si respira d’estate, quando si è in viaggio, e tutto profuma di salsedine. La sabbia che si infila ovunque, il cappello di paglia che vola via alla prima folata di vento, l’onda improvvisa che ti bagna mentre sei comodamente sdraiata sul bagnasciuga. Ecco, anche se tutte queste cose potrebbero sembrare imprevisti e scocciature, io le adoro. Le adoro principalmente per due motivi, il primo è che in ogni caso sei in vacanza e quindi qualunque cosa succeda può essere affrontata in modo differente. Seconda cosa rendono le giornate spensierate e libere. Perché sfido chiunque sia in vacanza al mare a non sentirsi libero.

Libero da tutto e da tutti. Perché guardando il mare, ovunque siate, se lo amate, non potrete fare a meno di sentirvi completi.

In questo post voglio raccomandarvi cinque spiagge diverse tra loro, in località differenti ma con un file Rouge che le lega: una volta che le avrete scoperte non potrete fare a meno di vederle!

Cala Macarelleta, Minorca

La mia passione per l’isola di Minorca è oramai cosa nota, non a caso qui sul blog potete trovare diversi articoli che raccontano le emozioni che ho provato ogni volta che sono stata su quest’isola. La spiaggia o per meglio dire la cala che più mi ha colpita è stata indubbiamente Cala Macareletta, sorellina della più grande e confinante Cala Macarella.

Cala Macarelleta è una piccola spiaggetta situata a sud dell’isola, raggiungibile con una breve camminata attraverso il sentiero nella macchia mediterranea sulle alte scogliere che delimitano la spiaggia. Da lontano nel momento esatto in cui scorgerete la sabbia bianca, rimarrete incantati, perché questa cala è magia pura. L’acqua è verde intenso, le sfumature diradano dal verde più scuro al verde più chiaro man mano che si avvicina al bagnasciuga. Intorno la macchia mediterranea avvolge la cala fin quasi ad arrivare al mare.

È un vero paradiso.

Consiglio di raggiungere la cala la mattina presto, per avere l’opportunità di trovare un angolino tutto vostro, prima dell’arrivo della flotta di turisti.

Cala Macarelleta Spiagge

Cala Macarelleta spiagge

Cala Rossa, Favignana

Quando decisi di visitare quest’isoletta durante il mio tour on the road in Sicilia, sapevo che mi avrebbe regalato grandi sorprese. Fondamentale è stato decidere di muoverci a Favignana in scooter, in quanto in macchina sarebbe stato troppo caotico e in bici troppo stancante. Si, perché l’isola è piccolina ma considerate che se avete solo una giornata per visitarla, è necessario non soffermarvi troppo sulle varie spiagge.

Le cale di Favignana sono incredibili, per colori e sfumature. Ma una in particolare mi ha colpita, Cala Rossa.

Questa cala si trova in una zona selvaggia dell’isola, per raggiungerla dovrete attraversare alcuni sentieri sterrati, tra cave di tufo e viste mare da lasciare senza fiato.

Le mille sfumature di blu rendono Cala Rossa una delle spiagge più belle in Europa, scendete fino alla fine della scogliera e tuffatevi in questo mare che più blu non si può!

Fidatevi, ne resterete estasiati, perché è uno di quei luoghi che va assolutamente visto!

Cala Rossa spiagge

Cala Rossa spiagge

Agios Sostis, Mykonos

Questa spiaggia si trova a nord dell’isola di Mykonos, ed è raggiungibile esclusivamente con mezzi privati, in quanto la zona circostante è selvaggia ed isolata. Appena arrivati noterete quanto l’acqua sia verde e trasparente e di quanto, grazie all’ampiezza della spiaggia, la tranquillità sia il suo punto forte.

Qui, difficilmente il vento greco il Meltemi, soffierà forte, infatti la spiaggia rimane all’interno di un’insenatura che la protegge dai venti. Le onde si infrangono dolcemente sul bagnasciuga, la freschezza dell’acqua vi rigenera dal caldo e tutt’intorno il nulla. Per chi ama prendere il sole in libertà, in fondo alla spiaggia c’è la zona riservata.

Anche qui vale la regola dell’arrivare presto, non per trovare posto in spiaggia ma più che altro per trovare parcheggio, in quanto è inesistente.

Agios Sortis Mykonos spiagge

agios sostis spiagge

Cala Mariolu, Sardegna

La regina delle spiagge è lei! Ho amato (e amo) immensamente questa spiaggia, selvaggia e remota, raggiungibile solo via mare o con un impegnativo trekking che attraversa questo tratto di costa del Baunei. La cala è famosa per il colore turchese puro dell’acqua, per i piccoli sassolini bianchi e rosa che la compongono e per l’unicità della sua bellezza. La falesia che circonda la cala raggiunge i 500 metri di altezza e dirada dritto nel mare, creando un’atmosfera suggestiva e riservata.

Impossibile compararla ad altre spiagge, il suo fascino è unico. Raggiungetela via mare da Cala Gonone o dai paesi vicini, vengono organizzate giornalmente sia escursioni di gruppo in barca sia private a bordo di gommoni. Per gli amanti delle immersioni è una cala super consigliata, tantissime varietà di pesci la abitano e li potrete ammirare anche a riva.

Una cala unica!

Cala Mariolu spiagge

Cala mariolu Baunei spiagge

Le cale della Riserva dello Zingaro, Sicilia

Già di per se l’escursione all’interno della Riserva Naturale Orientata dello Zingaro, regala scorci ed esperienze uniche. Il mare poi e le sue piccole cale rendono ancora più suggestiva la visita. È possibile scoprire alla scoperta di questa perla siciliana da due punti, l’ingresso di San Vito lo Capo e l’ingresso da Scopello, noi siamo arrivati da quest’ultimo..

L’ingresso è a pagamento ed è possibile scegliere tra tre itinerari di visita: il sentiero principale costiero, il sentiero mezza costa e il sentiero Zingaro Alto. Per le spiagge bisogna optare per la prima opzione. La prima Cala Mazzo di Sciacca, è un’oasi accessibile quasi subito all’inizio del percorso e quindi è facile trovarla affollata. Punta della Capreria poco più avanti, raggiungibile dopo circa 30 minuti di cammino e un sentiero lunghino che scende attraverso la scogliera fino ad arrivare al mare, è una delle più belle  di tutta la riserva.

Proseguendo si trovano Cala del Varo, Cala della Disa un piccolo paradiso di rocce e sassolini, Cala Beretta, Cala Marinella la più difficile da raggiungere e Cala dell’Uzzo tra le più belle spiagge d’Italia. Insomma non una ma ben sette cale, tutte contraddistinte da sassolini bianchi, acqua dalle mille sfumature di blu e verde e natura incontaminata. Qualsiasi sia la spiaggia in cui sceglierete di soffermarvi, non ne resterete delusi.

Riserva dello Zingaro spiagge

Riserva dello Zingaro

You might also like