Guida di Londra: gli imperdibili

Guida di Londra

La mia smisurata passione per Londra è cosa ben nota, trovo che questa città sia il connubio perfetto tra cultura e bellezza, tra traffico e tranquillità. Una città unica sotto molti punti di vista, basti pensare alla popolazione multiculturale, alla diversità che contraddistingue ogni quartiere, o semplicemente all’energia che trasmette in ogni dove.

Ciò che mi colpii la prima volta che la visitai fu l’equilibrio che la rende unica tra tante città, quel non so che in più che a Londra si può trovare. La sua vitalità si percepisce già al primo approccio nelle strade, quando tra un bus rosso che ti sfreccia accanto e le molte persone che si muovono a piedi, tutto è più di quello che ti aspettavi.

Una cosa è certa, Londra è una continua sorpresa. Cosa non perdere assolutamente in questa città?

Il cuore di Londra

Il cuore di Londra

Covent garden è un classico di Londra, una di quelle zone che vanno assolutamente viste. Il fulcro della città, se così lo vogliamo chiamare, è ricco di negozi, caffetterie e attrazioni interessanti, basti pensare al rinomato National Portrait Gallery, o alla Royal Opera House, pilastro teatrale di Londra.

Covent Garden era un orto del convento medievale benedettino di St.Peter a Westminster, fino al momento in cui abbandonò la funzione e divenne un terreno per artisti, ricco di ogni tipo di spettacoli. Da non perdere l’antica stazione trasformata in luogo commerciale con tanti locali e negozi interessanti, per Natale la zona è allestita con vari punti fotografici a tema!

Covent Garden Londra
Set fotografico natalizio a Covent Garden

Quando si avvicina l’ora di pranzo, sempre in questo quartiere, si trova una piazzetta nascosta, il Kingly Court, che racchiude piccoli ristorantini caratteristici, dalla cucina greca alla pizza italiana, questo è un luogo di perdizione per chi ama i viaggi culinari.

Passeggiando nel cuore della città, troviamo il modaiolo quartiere di Soho, probabilmente la zona più eclettica e varia di tutta Londra. Un quartiere in cui le tendenze, l’arte, la cultura e le novità si rispecchiano facilmente nella vita di chi questo luogo lo anima ogni giorno. A Soho si trovano vie famose come Carnaby Street, Oxford Street ovvero la strada dello shopping londinese e l’orientale Chinatown dove regna la cucina asiatica.

Una chicca molto fotogenica è Neal’s Yard, un insieme di edifici colorati in una piazza nascosta, che creano un set perfetto per gli amanti della fotografia. Riuscirete a trovarlo?

Neal's Yard il colorato cortile a Londra
Ali dipinte sul muro a Londra

Un classico: Westminster

Westminster è probabilmente il quartiere più conosciuto della città, complice l’abbazia che ne ha dato il nome, che nel corso degli anni è stata teatro di numerosi avvenimenti. L’abbazia di Westminster è tanto bella esternamente quanto scenografica all’interno, secondo me un must da visitare se vi trovate a Londra. Il mio consiglio è sempre quello di acquistare i biglietti online, risparmierete oltre al tempo, anche qualche sterlina.

Poco lontano dall’abbazia, troviamo il simbolo della città: il Big Ben. È uso comune definire l’intera torre con questo nome, quando in realtà si parla di Big Ben riferendosi all’orologio posto in cima. Il nome della torre dell’orologio più famosa del mondo è Elizabeth Tower. La torre è purtroppo chiusa per restauro fino al 2021, anno in cui le sue campane ricominceranno a suonare.

Attraversando il ponte che porta alla ruota panoramica London Eye, il Big Ben è impossibile da non fotografare. Resta in ogni caso, anche con lavori in corso, incredibilmente affascinante.

L'incantevole abbazia di Westminster
L'iconico Big Ben con i lavori  di restauro

Notting Hill, passeggiando nel mercato più conosciuto della città

In questo mio secondo viaggio in città, sono riuscita ad attraversare il mercato di Portobello Road a Notting Hill, che si svolge esclusivamente il Sabato mattina.

Ricco di bancarelle di ogni genere, è diviso in zona commerciale, con vendita di oggettistica e pezzi di antiquariato e zona adibita alla vendita di cibo e street food. Ovviamente il mercato è molto frequentato, ma imperdibile almeno una volta.

Bancarella di articoli per la casa al mercato di Portobello Road
Notting Hill a Londra
La Notting Hill alternativa

Notting Hill è un quartiere residenziale molto tranquillo, appena fuori dalle strade più conosciute ci si ritrova in viuzze caratterizzate dalle famose case dalle colorate facciate, dalle porte d’ingresso particolari e da verdi giardini nascosti. Ovviamente è una zona molto fotogenica.

In una delle vie adiacenti Portobello Road si trova una pasticceria (o per meglio dire biscotteria) che vende biscotti glassati di vario genere, a tema londinese o a tema festività, nel mio caso natalizi. I biscotti hanno un costo decisamente alto, ma una sbirciatina all’interno è gratuita e vi divertirete a vedere quanto belli siano questi biscotti.

Biscuiters a Londra
I biscotti a tema a Notting Hill

Camden Town, il regno alternativo

Camden Town è sempre una scoperta. Quando venni qui durante il mio primo viaggio, visitai il quartiere durante un giorno settimanale, in cui tutto era molto tranquillo. Questa volta era Domenica e mai mi resi conto come viaggiare in settimana sia meglio del week end. Nonostante la folla, il mercato di Camden penso sia fantastico in ogni caso, la miriade di bancarelle, il profumo di cibo che aleggia nell’aria e quel suo modo di presentarsi come luogo punk, lo rendono unico. Assaggiate le prelibatezze della cucina da ogni parte del mondo, nella zona adibita allo street food!

Passeggiate tra i negozi asiatici di souvenir e la colorata street art, Camden Town è il quartiere dove l’esuberanza è di casa.

Gli edifici alternativi di Camden Town
Street Art

The Shard, quando Londra è ai tuoi piedi

Da tempo cercavo un momento opportuno per un mio ritorno in questa città, perché tante erano le esperienze che volevo vivere. Tra queste indubbiamente spicca il View Point del grattacielo The Shard, che con i suoi 310 metri d’altezza regala (a caro prezzo) una vista dall’alto di Londra unica!

La vista migliore la si ha dalla terrazza semi aperta posta al 72esimo piano, da qui si riesce ad ammirare Londra a 360°, con una vista speciale sul Tower Bridge. La parola più adatta per descrivere questo grattacielo è: incredibile! Da sempre amo ammirare le città che visito dall’alto, perché trovo che diano al visitatore una visione più ampia del loro modo d’essere, e in questo caso, nonostante le mie aspettative erano piuttosto alte, sono state ripagate con successo. Il consiglio è di acquistare in anticipo i ticket d’ingresso e stabilire l’orario di visita un’ora circa prima del tramonto, in modo da avere due differenti visioni della città, con luce e senza. Il mio piano era questo, ma purtroppo l’attesa per salire, nonostante l’acquisto anticipato dei ticket, è stata notevole e abbiamo “perso” gli ultimi attimi di luce della giornata.

Il costo del ticket è di £ 22.40, che valgono assolutamente la visita.

The Shard il grattacielo di Londra
Vista dalla terrazza del The Shard

Luoghi da cartolina

Alcune cose a Londra rimangono invariate nel corso del tempo, tra queste alcune attrazioni che a mio avviso vale sempre la pena visitare. Il Natural History Museum è uno di questi.

Questo immenso museo è un’opera d’arte già dal suo esterno, l’edificio risale al 1870 e fu costruito per accogliere le esposizioni di storia naturale del paese. A Natale, ogni anno, viene allestita la famosa pista di pattinaggio su ghiaccio e annessa giostra con cavalli, un must se siete a Londra durante questo periodo.

Trovo che in questa categoria rientrino anche i parchi della città: il St.James Park, il Green Park, il mio preferito Hyde Park e il Regent’s Park. Anche in Inverno questi parchi offrono un attimo di pace lontano dal caos di Londra.

Il Millenium Bridge è probabilmente il ponte (dopo il Tower Bridge) più conosciuto della città. Qui oltre ad essere stati girati molti film, tra cui alcune scene di Harry Potter, si ha una splendida visuale sulla Cattedrale di St.Paul. Amo passeggiare su questo ponte pedonale ammirando la zona intorno e il via via di gente che lo attraversa.

Natural History Museum Londra
Millenium Bridge Londra
Scoiattolo a Hyde Park

Il quartiere di Southwark

Durante questo viaggio a Londra ho soggiornato nell’incantevole South Point Suites Hotel, che si trova nell’omonimo quartiere. Oltre a consigliarvi l’hotel, davvero eccellente con un’ottimo rapporto qualità prezzo, vi consiglio di scoprire il quartiere.

Questa è una zona ricca di vita, di ristoranti, locali serali e gente giovane. Se cercate una novità in città, Southwark è l’ideale!

Vista sul Tamigi da Southwark
The Shard
Southwark un quartiere eclettico a Londra

Consigli culinari

Londra è una città che offre mille idee diverse per pranzo e cena, per uno spuntino o per il classico afternoon tea. La scelta dei posti tra cui scegliere è infinita, vi consiglio di assaggiare quante più varietà di cucine possiate trovare. I ristoranti in cui sono stata io sono molti, questi quelli da non perdere:

Yauatcha Soho

Ho un debole per la cucina asiatica e questo ristorante rispecchia pienamente l’idea originale del ristorante orientale. Il locale è alla moda ed elegante. La cucina è prettamente cinese, i cibi sono gustosi, con accostamenti originali ma al tempo stesso semplici. Da provare: i mille tipi di dim sum, i cheung fun e i Noodle Singapore, un’esplosione di bontà.

Yauatcha Soho
Maggie Jones’s

Questo ristorante tipicamente inglese gode di un’atmosfera ferma nel tempo. Il locale è arredato in toni caldi e accoglienti, delle ceste in vimini sono poste sul soffitto e ovunque i tavoli hanno panche in legno. La cucina è ottima, la scelta varia dal pesce alla carne, un’ottima soluzione in zona Kensington.

Maggie Jones's
The Library at County Marriott Hotel

Il Marriott Hotel si trova di fronte al Tamigi, al fianco del London Eye, da cui si gode di una vista unica sul Big Ben. La libreria è adibita al servizio di afternoon tea, il classico tea delle cinque che a Londra inizia ben prima. Ho avuto modo di prenotare qui, in quanto il costo di £39,00 non è eccessivo e quindi alla portata di tutti. Questi soldi sono ben spesi se considerati il luogo in cui ci si trova, la qualità del tea e delle pietanze e sopratutto le quantità. Il servizio è impeccabile e mi sento di consigliarvi di non perdere l’opportunità di vivere questa esperienza tipicamente inglese.

The Library at County Hall

Info utili

Come sempre consiglio di acquistare una Oyster Card al vostro arrivo in aeroporto, per facilitare gli spostamenti con i mezzi di trasporto di Londra. Risparmierete tempo e denaro. La città è immensa e se si hanno pochi giorni a disposizione è bene valutare quanto le distanze siano elevate, anche se l’underground serve benissimo la città e aiuta molto, le tempistiche per spostarsi da una parte all’altra potrebbero essere lunghe.

Acquistate il prima possibile i vari ticket per le attrazioni di vostro interesse, ricordando che a Londra, i principali musei cittadini sono gratuiti. E andrebbero a mio avviso visti tutti perché racchiudono grandi collezioni d’arte, tra le più prestigiose al mondo.

Ricordatevi un’impermeabile! A Londra piove spesso e anche se vi sembra una giornata soleggiata non si può mai essere certi di come evolverà!

London Eye Londra

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.