San Diego, la California che non ti aspetti

Balboa Park San Diego

Arrivare a San Diego dopo aver visto Los Angeles è come fare un tuffo in Messico. In ogni dove, dalle caffetterie per strada, agli abitanti, ai negozi e alle insegne, tutto richiama il Messico. Immaginavo che come città rispecchiasse molto lo stato vicino ma non così tanto.

Durante il mio viaggio on the road in California, San Diego è stata una tappa fortemente voluta. Una città incredibilmente affascinante che ci attirava da tantissimo tempo. Percorrere tutta la costa, toccando alcune cittadine cult californiane come Huntington Beach o Newport Beach, ha reso la tratta LA-San Diego incredibile! Un sogno diventato realtà in quella che è la SoCal, la zona più a sud della California.

San Diego è una città dalle mille sfaccettature, una città a tratti difficile da descrivere per le numerose diversità che contraddistinguono ogni quartiere. L’atmosfera che si respira è di perenne vacanza. Una città in cui gli abitanti girano per strada in shorts e tavola da surf sotto braccio, San Diego stupisce per le numerose attività proposte. Un’altra cosa curiosa sono i cartelli stradali. In ogni quartiere i cartelli indicanti le vie e i siti di interesse portano il nome del quartiere e sono diversi in base a quello in cui ci si trova! Un’idea particolare e carina che caratterizza la città.

Palme californiane
Una casa di San Diego

Old Town State Historic Park

Imperdibile durante un viaggio a San Diego la sua Old Town, all’interno dello State Historic Park, un parco appositamente creato per preservare l’autenticità della città vecchia. Gli edifici presenti all’interno del parco, sono tutti in stile coloniale e sono gli stessi che rimasero in piedi prima del restauro del 1968 quando venne appunto aperto il parco. Qui nel 1769 ci fu il primo insediamento spagnolo in California che diede il via a quello che oggi è questo stato.

Il San Diego State Park è aperto dalle 10 alle 16. Al suo interno si trovano alcuni musei, la Whaley House ovvero la casa più antica di San Diego, e diversi ristorantini e negozietti tipicamente messicani.

San Diego State Historic Park
Un'edificio dello State Park di San Diego
El Centro Artesano San Diego
Dipinto messicano a San Diego
Io alla Old Town di San Diego
Ristoranti messicani a San Diego

San Diego District

Dalla Pacific Highway arrivando in auto verso San Diego quello che si nota al primo sguardo è l’incredibile quantità di grattacieli che si stagliano all’orizzonte. Tra le città visitate in questo on the road, San Diego è indubbiamente quella che più mi ha sorpreso sotto questo punto. Quella che più mi ha fatto sembrare di essere finiti in qualche serie crime americana, per via delle numerose inquadrature che solitamente vengono fatte sui grattacieli. La Downtown di San Diego ospita al suo interno diversi quartieri. Il Financial District è il fulcro finanziario della città, la zona in cui prevalgono i grattaceli e i ristoranti rinomati, così come il Museo d’arte Contemporanea e uno speciale Museo interattivo dedicato ai bambini.

Lo storico Gaslamp Quarter è senza dubbio il quartiere più caratteristico. Gli edifici antichi sono stati restaurati, dove si trovano i lampioni a gas che danno il nome al quartiere e i localini serali più in voga. Ricca di verdi alberi e dettagli curati, il Gaslamp Quarter è probabilmente il più famoso di San Diego!

Durante una serata in città, sentivamo la mancanza della nostra amata pizza e abbiamo trovato, ovviamente a Little Italy, una pizzeria napoletana in cui abbiamo mangiato una delle pizze più buone mai provate! Little Italy è un tripudio di ristoranti, pizzerie e tante gelaterie. L’attesa per un gelato è davvero lunga, abbiamo notato infatti che in tutta la California le gelaterie italiane riscuotono un’enorme successo. Indubbiamente Little Italy è uno dei quartieri più modaioli e in cui trascorrere le serate in città passeggiando per le sue numerose viuzze pedonali.

Grattacieli al Financial District San Diego
Gaslamp Quarter

Balboa Park: il polmone verde della città

Quando prima del viaggio, organizziamo la tappa di San Diego, decidemmo di optare per un appartamento tramite Airbnb nel tranquillo quartiere di South Park. Questa zona prettamente residenziale, giova della vicinanza al Balboa Park, l’attrazione principale di San Diego, assolutamente imperdibile durante un viaggio in California.

Questo immenso parco, di ben 490 ettari, supera la superficie del collega Central Park di New York. Nel corso degli anni ha ospitato molte esposizioni, che hanno permesso la costruzione degli edifici coloniali di grande bellezza che si trovano all’interno del parco e che ospitano teatri, musei, organizzazioni ed attività. Il The Old Globe Theatre ogni anno ospita lo Shakspeare Festival e numerosi festival e concerti.

Uno scorcio del Balboa Park di San Diego
Museo al Balboa Park di San Diego
Casa del Prado

San Diego Zoo

Passeggiando lungo la via principale, si nota la cura con cui sono stati abbelliti i porticati, i cortili e le numerose specie di flora che influiscono sull’unicità del Balboa Park. Imperdibile il San Diego Zoo, l’attrazione principale del parco, immenso e bellissimo, mi ha conquistata. Mi ha conquistata sopratutto perché è percepibile la cura, l’amore e l’intelligenza con cui il parco è stato concepito, l’attenzione data per far si che gli ambienti in cui vivono gli animali riproducano perfettamente il loro habitat naturale. Generalmente evito di visitare gli zoo o i safari park, proprio perché non amo veder gli animali reclusi. In questo caso, dopo essermi informata, ho deciso che non avrei voluto perdermi questo zoo così rinomato per la sua unicità. E ho fatto bene.

Difficile descrivere l’immensità dello Zoo, la bellezza di ogni angolo, la precisione con cui è suddiviso in aeree tematiche a seconda del continente da cui provengono gli animali. In alcuni momenti ho avuto la percezione di trovarmi in Africa o in Asia e non a San Diego. Il ticket d’ingresso allo Zoo di San Diego ha un costo notevole, circa € 60,00 per una giornata con accesso allo Sky safari (un tram aereo per ammirare la flora e la fauna del parco), la possibilità di utilizzare il bus per il tour guidato e gli show giornalieri.

Piccola chicca: se vi trovate in zona Balboa Park, poco distante si trova a mio avviso la migliore pasticceria della città, la Bread&CIE. Ogni mattina sfornano innumerevoli quantità di dolci e pane, fare colazione qui è una goduria a cui, fossi in voi, non rinuncerei.

Zoo di San Diego
Zoo di San Diego

Le spiagge di San Diego

A San Diego, ovviamente, ciò che contribuisce a rendere il viaggio perfetto, sono i km di lunghe spiagge che caratterizzano la costa. Qui si susseguono luoghi cult e posti paradisiaci, dove chiudere il mondo lontano e staccare la spina. Ocean Beach, Pacific Beach e Mission Beach sono perfette, e incarnano perfettamente il sogno californiano, fatto di surfisti e pontili in legno.

Durante la mia permanenza a San Diego ho scelto di sostare un pomeriggio sotto il sole di Mission Beach, dove è presente il Belmond Park, un parco divertimenti fronte oceano, caratterizzato da montagne russe in legno. Qui oltre all’immensa spiaggia, si trova il Sea World San Diego, il grande parco marino dello stato.

La regina della costa di San Diego è però La Jolla, un’elegante distretto in cui si trovano scogliere a picco sull’oceano, cale bianche abitate dai leoni marini in grande quantità, foreste di alghe brune, canyon e siti in cui praticare snorkeling. Una zona bella e vacanziera dove trovare il vero spirito della SoCal e godere della natura mozzafiato che regala.

Spiaggia di Mission Beach a San Diego
Leoni marini a La Jolla

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.