Città in un giorno: Bratislava

Quando decisi di prenotare un week end a Vienna, immediatamente colsi l’occasione di organizzare una giornata a Bratislava. Questo perché le due capitali sono le più vicine di tutta Europa, distano infatti solo 70 km l’una dall’altra. Bratislava mi ha conquistata da subito, appena varcata l’unica porta di accesso alla città rimasta ancora intatta, la Porta di San Michele. Si viene catapultati in una città caratteristica e graziosa, colorata e con un animo retrò. Il cuore di Bratislava è la sua Città Vecchia, dove si concentrano le viuzze storiche, i ristoranti tipici e la bellezza del passeggiare senza una meta precisa.

Separata nel 1993 dalla Repubblica Ceca, la Slovacchia e Bratislava hanno saputo nel tempo, affermarsi e crescere economicamente sempre più. La sua storia riecheggia tra le vie e i monumenti, tra le Chiese e il Castello, che osserva la città dall’alto della cima rocciosa di una collina. Bratislava è stata capitale del Regno d’Ungheria per 150 anni, e ad oggi resta l’unica capitale in Europa a confinare direttamente con due Stati diversi: Austria ed Ungheria.

Cosa vedere nella capitale slovacca

Bratislava si può tranquillamente visitare a piedi, senza bisogno di usare i mezzi pubblici, in quanto le principali attrazioni sono tutte concentrate a poca distanza. È perfetta per essere visitata in un giorno, ovviamente con più tempo a disposizione ci si può dedicare ai Musei e alle attrattive culturali presenti in città. Questi sono gli imperdibili da visitare durante un viaggio a Bratislava.

Castello di Bratislava

Il Castello che domina il cuore storico della città, è stato recentemente ristrutturato e riportato ad antico splendore. Il simbolo di Bratislava, nelle giornate limpide è visibile da ogni parte della città, capiterà quindi di passeggiare e tra le case storiche veder affiorare la sua sagoma. Costruito nel X secolo, è stato per lungo tempo uno dei castelli più importanti del Regno d’Ungheria, Al suo interno, oggi, si trova il Museo Nazionale Slovacco e ospita il Parlamento.

Dalla sua terrazza principale, si ha una splendida vista sulla Città Vecchia di Bratislava e dei suoi meravigliosi tetti rossi che ricordano tanto Praga. Nelle giornate di sole è possibile vedere sia Vienna e l’Austria che l’Ungheria. La mia giornata a Bratislava è stata caratterizzata da ghiaccio, nebbia e nevischio, che l’ha resa ugualmente affascinante (e misteriosa) ma senza una visuale panoramica completa. Passeggiando tra le vie che circondano il Castello si scoprono scorci suggestivi e fermi nel tempo. Da visitare durante la bella stagione per scoprire anche i suoi meravigliosi giardini.

Stare Mesto

La Città Vecchia è Stare Mesto, il fulcro storico e medievale di Bratislava e la zona secondo me più bella dell’intera città. Attraversando l’antica Porta di San Michele, l’unica ad essere rimasta sino ai giorni nostri, verrete catapultati in una favola. Case colorate e decadenti, ristoranti tipici che servono i piatti della tradizione slovacca, la Cattedrale di San Martino e la Chiesa della Trinità.

Nella piazza principale, la Hlavné Náměstíe, si susseguono edifici storici caratteristici. La Chiesa dei Gesuiti dagli splendidi interni, il Vecchio Municipio e la Fontana del Roland proprio al centro della piazza. Durante le feste natalizie si anima di mercatini e luci, mentre in estate è perfetta per una pausa. Da non perdere le caffetterie e pasticcerie della Città Vecchia, che servono dolci sublimi.

Lungo le vie storiche, ci si imbatte in alcune sculture che rappresentano personaggi in attività decisamente originali, furono collocate per dare allegria alle vie. Il più simpatico è Cumil, una statua che fa capolino da un tombino proprio nella via principale di Bratislava.

La Piazza di Bratislava

Chiesa Blu

Impossibile resistere al fascino della Chiesa Blu di Bratislava, originariamente chiamata Chiesa di Santa Elisabetta. Deve il suo soprannome al suo colore sgargiante, un azzurro pastello, che decora sia l’esterno che l’interno. Progettata dall’architetto ungherese Ödön Lechner dal 1907, è uno splendido esempio di Art Noveau. Durante la mia visita all’interno si stava svolgendo un battesimo che non mi ha permesso di poter scattare fotografie, vi assicuro che è davvero graziosa.

Palazzo Grasalkovič

Dalla stazione al centro storico di Bratislava, si percorre un enorme viale, nella quale è presente il Palazzo Grasalkovič, residenza ufficiale del Presidente della Slovacchia. Le linee dell’edificio in stile Rococò lo rendono affascinante ed elegante.

La cucina slovacca

Sapete quanto io ami gustare la cucina tradizionale di ogni paese che visito, i piatti più conosciuti ma anche le rivisitazioni. A Bratislava ho assaggiato un’ottima zuppa con pasta casereccia, i Bryndzove halusky so zincicou che sono degli gnocchi di patate con formaggio, arricchiti di pancetta e i pierogi, ravioli con formaggio di capra e noci, molto simili a quelli assaggiati in Polonia. I ristoranti sono numerosi, quello in cui sono stata io, Koliba Kamzik, oltre ad essere molto bello esteticamente, caldo e accogliente, serve tutti piatti tradizionali. Si trova in una via laterale alla piazza principale. Consigliatissimo.

Info pratiche, come raggiungere Bratislava

Bratislava mi ha sorpresa positivamente, nonostante la temperatura sotto zero e il cielo grigio e nebbioso. È una capitale low cost, raggiungibile da Vienna in circa un’ora e venti di comodo viaggio in treno. Per arrivare, vi basterà prendere il treno diretto dalla Stazione Centrale di Vienna che parte ogni ora. Il biglietto andata e ritorno costa 16,00€ e vi permette di avere totale libertà sugli orari senza doverli preventivare prima, li trovate comunque on line senza problemi. Una volta arrivati alla stazione di Bratislava, il cuore cittadino si trova a soli una ventina di minuti di camminata. Se preferite c’è la possibilità di prendere il bus che la collega direttamente alla Città Vecchia.

Usare il treno è secondo me la modalità più semplice per arrivare da Vienna, veloce e comodo per raggiungere la città, ma volendo ci sono anche altre due opzioni: l’autobus e il traghetto via Danubio, che potrebbe essere un’alternativa suggestiva durante la bella stagione.

Bratislava si trova a circa due ore e mezzo di treno da Budapest, motivo per la quale se si ha qualche giorno in più a disposizione, sarebbe interessante valutare di aggiungere una tappa anche nella capitale ungherese.

Qualunque sia la vostra scelta di itinerario, non perdete l’occasione di visitare questa piccola perla slovacca, ancora poco turistica, che vi conquisterà per il suo animo tradizionale e romantico.

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.