I Road Trip europei più belli e perché preferirli come scelta di viaggio

Amo incondizionatamente i viaggi on the road, di quelli che parti con il finestrino abbassato e l’aria tra i capelli. Che non ti rendi conto del tempo che trascorre, mentre dal vetro si susseguono i paesaggi, le città e le persone. In ogni mio viaggio in auto, ho potuto apprendere quanto questo sia uno dei migliori modi per scoprire un paese, attraverso le sue strade.

Perché scegliere un road trip invece di un viaggio statico? Viaggiare in auto, aiuta a scoprire più parti di un luogo, aspetti che altrimenti non si avrebbe modo di apprezzare e vedere. L’indipendenza di noleggiare un auto e godersi il viaggio senza pensieri è la parte che più amo di questo tipo di viaggio ed è per questo motivo che consiglio sempre anche a chi è alle prime armi di provare, almeno una volta, questa straordinaria esperienza.

L’Europa si presta benissimo ad essere scoperta così, tanti sono i paesi che si possono visitare, ma questi sono senza dubbio i road trip più belli.

PORTOGALLO

Il Portogallo è il paese perfetto per i viaggi on the road! Merito della sua forma e dell’avere una splendida costa lungo la quale si susseguono città e spiagge incontaminate da scoprire. La prima tappa del road trip potrebbe essere Porto, pittoresca e colorata cittadina, nella quale ascoltare le note del fado ad ogni ora del giorno. Turistica ma non troppo, Porto, sorprende per la vivace vita, per il buon vino e per la bellezza dei suoi edifici adornati di azulejos.

Lasciando Porto, ci si imbatte in alcune località imperdibili. La cittadina di Aveiro, e più precisamente Costa Nova do Prado è una lingua di sabbia, sferzata dal vento, in cui ammirare le più colorate case del Portogallo. Impossibile resistere dal fotografarle tutte! Coimbra la si incontra dopo circa un’ora di strada, la capitale medievale del Portogallo è tanto bella quanto malinconica. Mi è piaciuta per l’animo romantico che la contraddistingue, caratteristica che la rende unica nel genere. A Coimbra si incontrano tantissimi studenti della prestigiosa Università vestiti della formale divisa nera con mantello. Da Coimbra ci sono diverse possibilità sul come proseguire il viaggio, fermarsi a Fatima o proseguire verso le spiagge di Nazaré? Una sosta a Óbidos per ammirare lo splendore medievale di questo borgo cinto dalle mura, e poi via in direzione Sintra, dove scoprire i misteriosi palazzi che vi sorgono.

A questo punto ci si trova a poca distanza da Lisbona, e se il tempo lo permette, Cascais è la perfetta cittadina caratteristica portoghese. Lisbona è una tappa fondamentale di un viaggio on the road in Portogallo. La vivace capitale del paese, colpisce al cuore per le innumerevoli emozioni che suscita la sua imperfetta bellezza. Le ripide vie, i tram gialli, l’atmosfera leggiadra che pervade la città e il sorriso dei suoi abitanti conquistano al primo istante, dedicatele almeno due giorni.

Dopo Lisbona è arrivato il momento di proseguire verso il mare, nella regione più calda del paese, l’Algarve. Sono presenti diverse cittadine in cui soggiornare, Lagos è stata la mia prediletta. Casette bianche, alcune tra le spiagge più belle della regione e la tipica atmosfera da vacanza. La perfetta conclusione del viaggio.

Ho visitato il Portogallo la scorsa estate, qui potete trovare il mio racconto di viaggio: Come organizzare un viaggio nel coloratissimo Portogallo

PERIODO MIGLIORE: Primavera-Estate

SICILIA

La Sicilia è una terra ricca di fascino, buona cucina e calda accoglienza, il mix perfetto se si vuole trascorrere qualche giorno in spensieratezza. L’isola siciliana è adatta ad un road trip tra le sue bellissime città barocche, i paesini sul mare e le spiagge dorate. Qualche anno fa feci proprio un viaggio di questo tipo in circa dieci giorni. Partii da Palermo, che non ha bisogno di presentazioni, per poi trascorrere qualche giorno nella graziosa Castellammare del Golfo, che mi permise di scoprire alcune località della zona. I resti archeologici di Segesta, con il suo imponente tempio e il glorioso teatro, i faraglioni di Scopello incantevoli e suggestivi e la selvaggia Riserva dello Zingaro. Lungo il sentiero più basso, dall’ingresso sud, si susseguono alcune cale incontaminate bagnate dall’azzurro cristallino del mare. Un’emozionate percorso che regala vedute da cartolina.

Poco distante si trova la bella San Vito lo Capo, che fuori stagione regala una spiaggia paradisiaca in cui godere di qualche ora di relax. Il viaggio on the road prosegue poi verso la costa ovest dell’isola, nella soleggiata Trapani, che con il suo incantevole centro storico, vi conquisterà. Da qui è possibile poi visitare Erice, pittoresco borgo arroccato sul monte Erice da cui si gode una splendida vista sul mare. Trapani è anche una buona base per una gita verso le Isole Egadi. Io andai a Favignana, preferii visitare solo lei in giornata invece di acquistare uno dei molti tour delle tre isole, per poterla girare interamente. Noleggiate uno scooter e partire alla sua scoperta, Favignana è davvero un gioiellino!

Il mio viaggio proseguì poi, verso la costa orientale e sud-orientale della Sicilia. Feci così tappa a Taormina e la sua Isola Bella. Per poi scendere fino all’incredibile imponenza della bianca Scala dei Turchi, poco lontana dalla Valle dei Templi, anch’essa imperdibile. Con più tempo a disposizione oppure organizzando un viaggio solo in questa parte di isola, sono assolutamente da non tralasciare Siracusa e le altre città del barocco siciliano: Noto e Modica.

Potete leggere parte del mio viaggio on the road in Sicilia nei post Sicilia, tra mare e natura e Road Trip: Favignana .

PERIODO MIGLIORE: Primavera-Estate

ISLANDA

Da sempre nella mia lista dei desideri, il miglior modo per godere della natura incontaminata dell’isola è con un viaggio on the road. Mi è spesso capitato di immaginare come sarebbe strutturato il mio viaggio e sopratutto in quale periodo dell’anno. Quello che so con certezza è che sicuramente sceglierei il periodo estivo, anche se questo equivale a perdere la possibilità di ammirare l’Aurora Boreale, visibile in Inverno. Organizzando il viaggio on the road in Islanda durante l’estate, si ha la possibilità di poter percorrere la cosiddetta Ring Road interamente, senza il rischio di trovarne chiusi alcuni tratti. Questo perché durante la bella stagione le temperature sono più calde anche in Islanda e difficilmente verrà chiusa per maltempo. La Ring Road, tocca le più belle zone dell’isola, dai suoi ghiacciai, ai laghi, alle fredde spiagge, sino ai villaggi e alle sorgenti d’acqua calda.

Ci sono diverse possibilità per quanto riguarda gli alloggi in cui trascorrere le notti in Islanda, ed entrambe le opzioni sono allettanti. La prima è scegliere tramite i siti come Airbnb questa sorta di baite interamente in legno, con grandi vetrate, immerse nel nulla. Informandomi sul percorso lungo la Ring Road, ne ho trovate parecchie e dislocate in diverse località islandesi. Avendo come principale città Reykjavik, il resto dell’isola gode di una pace e di un silenzio assordante. Scegliendo di alloggiare in queste casette di legno, si avrà la totale certezza di essere immersi nella natura a 360°, godendo ugualmente delle comodità casalinghe.

La seconda opzione, riguarda invece la possibilità di noleggiare insieme all’auto anche il mink camper. Di cosa si tratta? Il mink è un mini camper, agganciato all’auto in cui al suo interno si trova solamente la zona letto e nel retro una mini cucina. Scegliendo di noleggiare il mink camper bisognerà poi accamparsi appoggiandosi ai campeggi o in terreni autorizzati alla sosta. Una modalità che mi entusiasma molto, per la possibilità di essere a stretto contatto con la natura, pensiero fondamentale nella scelta di un viaggio in Islanda.

Un viaggio che sogno di realizzare presto!

PERIODO MIGLIORE: Estate

ANDALUSIA

Che la Spagna abbia un territorio ricco di bellezza è cosa risaputa, ma a mio avviso, uno dei migliori on the road europei lo si può avere percorrendo la sua regione più a sud, quella dell’Andalusia. Terra calda, colorata e accogliente, mi affascina scoprire quanto più le sue bellezze, le sue città pittoresche e il fascino dei borghi più piccoli. Dopo i miei tre giorni a Siviglia ed essermene completamente innamorata, la volontà di percorrere la regione durante un road trip è notevolmente aumentata.

L’Andalusia gode di un clima perfetto durante l’intero anno, anche se la primavera e l’inizio dell’autunno possono essere i mesi perfetti per un viaggio, per non incorrere nelle temperature troppo alte dell’estate. L’influenza moresca è ben visibile nelle sue principali città, nell’architettura e nella sua cucina. Il mio viaggio lungo le strade andaluse partirebbe da est, dalla città di Almeria, poco conosciuta, ma di una bellezza rara e raffinata. Seconda tappa verso ovest, la maestosa Granada, ci aspetta con la sua architettura medievale e con il simbolo cittadino e non solo: l’Alhambra. Molti sono i tour disponibili per visitarne gli interni, io opterei per quello serale, in cui il palazzo appare come in una fiaba, tra mille luci e romanticismo.

Il viaggio on the road proseguirebbe verso la cittadina costiera di Malaga, per una breve tappa vista mare, visitando i suoi monumenti più importanti che raccontano le varie origini della città. Dal Teatro Romano, all’Alcazaba la fortezza musulmana da cui godere di una splendida vista sulla città e sul mare. Imperdibili poi le rovine del Castello di Gibralfaro e la Cattedrale. Se siete appassionati d’arte il Museo Picasso dovrà essere una tappa fondamentale del viaggio. Proseguendo verso sud, la tappa successiva sarebbe Tarifa, punto più meridionale dell’Europa continentale.

Effettuando un percorso a U, arriverei a Cadice, graziosa cittadina che racchiude al suo interno un centro storico di grande fascino ricco di stradine e viuzze, in cui trovare nuovamente quell’architettura moresca che tanto amo. La tappa successiva sarebbe la calda Siviglia, in cui trascorrerei felicemente altri due giorni. Imperdibili l’Alcazar, la Casa de Pilatos e la splendida Plaza de España. Concluderei il road trip lungo l’Andalusia a Cordova, città simbolo dell’Impero Musulmano in Spagna.

PERIODO MIGLIORE: Primavera-Autunno

IRLANDA

La natura Irlandese mi ha conquistato ben più volte in passato, ma è innegabilmente un paese che si presta perfettamente ad essere visitato on the road, senza limitarsi alle sue città principali. La prima cosa da valutare scegliendo l’Irlanda per un road trip è senza dubbio il tempo che si ha a disposizione. Lo stato è grande e le distanze notevoli. La scelta da fare sarà quella di valutare con attenzione se percorrere solo la parte dell’Irlanda o visitare anche l’Irlanda del Nord.

Il percorso che scelsi durante il mio viaggio di cui vi ho raccontato nell’articolo Irlanda On the Road, come organizzare un viaggio perfetto, è stato partire dalla festaiola Dublino, dove trascorsi un paio di giorni, per poi dirigermi a Nord, facendo tappa a Belfast per poi proseguire lungo la Causeway Coastal Route, l’incredibile strada panoramica dell’Irlanda del Nord. Da qui il viaggio si è sviluppato nella zona occidentale dell’Irlanda, nella Contea di Mayo a Westport. L’ultima destinazione del mio viaggio fu Galway, Capitale Europea della Cultura 2020. Prima di arrivare però trascorsi una bellissima giornata tra le meraviglie del Connemara, la parte più entusiasmante del mio viaggio in Irlanda.

Per i dettagli sul viaggio e su come organizzarlo al meglio vi consiglio di leggere l’articolo dedicato, ricco di informazioni.

PERIODO MIGLIORE: da Maggio a Ottobre

PROVENZA

Chi non ha mai sognato di ammirare gli incredibili campi lilla ricchi di Lavanda in fiore della Provenza? Quando si è alla ricerca di un viaggio on the road da godere lentamente, trascorrendo le giornate in piccoli borghi e tra campi fioriti, la Provenza è la destinazione perfetta.

La regione a sud della Francia, è ricca di paesaggi differenti, dal mare delle città costiere ben conosciute sino alle foreste di pini. Il mio road trip si svolgerebbe alla ricerca delle zone più autentiche intorno al Parco Regionale del Verdon. Valensole è la zona più rinomata per quanto riguarda la fioritura della lavanda, con un po’ di fortuna e organizzando il viaggi nel periodo in cui c’è il picco di fioritura, le distese viola al tramonto sono il più bel panorama della regione. Imperdibile l’Abbazia di Sénanque, incastonata tra antiche mura e campi. Trascorrerei poi una giornata nella pittoresca Gordes, tra le sue viuzze in cui non mancano gli scorci suggestivi e le botteghe artigianali. Infine, arriverei a Aix-en-Provence, città natale del pittore Paul Cézanne.

Un viaggio on the road, fattibile anche in un week end, alla scoperta della Francia meridionale. Ricordate di controllare on line annualmente la fioritura della lavanda, prima di scegliere una data precisa di viaggio.

PERIODO MIGLIORE: fine Giugno-Inizio Luglio

Photo by Christopher Burns on Unsplash

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.