Ti presento Galway, la città più creativa d’Irlanda

Galway è una di quelle città che rimangono impresse. E non per la maestosità degli edifici o per i numerosi musei, ma per la sua naturale semplicità. Una caratteristica che rende Galway un connubio perfetto tra energia e cultura, non a caso la città più creativa d’Irlanda.

Nominata Capitale della Cultura 2020, Galway è riuscita ad aggiudicarsi questo titolo grazie alla sua atmosfera frizzante ed allegra. Aperta al futuro ma radicata in modo esemplare alla sua storia. Durante il mio viaggio on the road in Irlanda ho potuto scoprire Galway solo per poco tempo, ma quanto basta per lasciarmi conquistare dalla magia che pervade le sue pittoriche strade arricchite da case colorate.

Galway si trova lungo il tragitto della famosa Wild Atlantic Way. La strada panoramica che percorre la costa Ovest irlandese, partendo da nord nella Penisola di Inishowen, sino alla Contea di Cork. Attraverso questo magnifico percorso si ha la possibilità di ammirare paesaggi incontaminati, monumenti storici e graziose cittadine dall’animo tipicamente irlandese.

Lo spirito di Galway

Appena arrivati in città si comprende subito lo spirito Bohémienne, il suo estro e la frizzante vitalità. Percorrendo le numerose viuzze lastricate tra artisti di strada, negozi graziosi e street art, Galway conquista al primo sguardo.

Cinta da mura medievali nel passato, ora è possibile ammirare quel poco che è rimasto ed è stato incorporato nel moderno centro commerciale Eyre Square Centre. È ancora visibile lo Spanich Arch, del XVI secolo che si ritiene essere un proseguimento delle storiche cinta murarie.

Galway da piccolo villaggio peschereccio ha saputo nei secoli trasformarsi in prosperosa cittadina. Una città che richiama ancora oggi moltissimi giovani, gran parte studenti universitari che si riversano nel week end lungo le sue strade e dentro i bellissimi pub storici. Un fascino unico quello dei pub, che in Irlanda sono una vera istituzione. Il pub è il luogo ideale dove poter gustare birre artigianali e ascoltare musica dal vivo circondati da arredi in legno che profumano di storia. Quelli più famosi a Galway sono O’Connor’s, John Keogh’s e Tigh Chóilí.

Poco lontano dal centro storico si affaccia direttamente sul mare il grazioso quartiere di Salthill. È possibile passeggiare sulla spiaggia per godere della vista panoramica, mangiare un ottimo Fish and Chips e scoprire dove vengono allevate le famose ostriche. Anche il quartiere di Claddagh, fa ormai parte del centro cittadino di Galway, una volta villaggio di pescatori autonomo. Qui è nato il Claddagh Ring, un anello tradizionale raffigurante due mani che stringono un cuore. L’anello simboleggia l’amore, la lealtà e l’amicizia ed è venduto in molte gioiellerie della città, tra cui la più antica d’Irlanda, la Thomas Dillons Claddagh Gold.

Oltre ai numerosi pub, Galway richiama molti turisti anche per la sua spettacolare cucina, composta principalmente da pesce e prodotti locali. Numerosi sono infatti i bistrot in cui è possibile gustare piatti tipici come la Seafood Chowder, una zuppa a base di pesce e verdure deliziosa. L’Irish Stew il famoso stufato irlandese e il salmone, un must della cucina irlandese. Da non dimenticare i fantastici brunch, che in Irlanda sono base di uova e bacon, un mix tradizionale da provare assolutamente durante il viaggio.

Salmone e Ostriche

Durante la stagione estiva da Maggio a Settembre è possibile ammirare banchi di salmoni che percorrono le acque del fiume Corrib per deporre le uova. Il punto migliore in cui osservarli è sul Salmon Weir Bridge, nei pressi della Galway Cathedral. I salmoni in Irlanda sono molto pescati, trattandosi di uno dei cibi tipici locali.

Il periodo migliore per scoprire Galway è indubbiamente durante uno dei suoi festival più famosi: il Galway Oyster e Seafood Festival, che si svolge l’ultima settimana di Settembre. Un evento in cui è possibile gustare le migliori ostriche dell’isola e assistere a spettacoli e sfide tra diversi rappresentati dei paesi in gara. Oltre alle ostriche è possibile degustare anche frutti di mare e ovviamente, la Guinness. Nel corso del mio viaggio lungo le strade d’Irlanda ho adorato gustare vassoi misti di pesce crudo e cotto tipico del paese, tra cui gamberi e cozze. Secondo me un viaggio non è completo se nel posto che si visita non si degusta la cucina tipica e i piatti che rendono speciale un determinato luogo.

Per restare in tema gastronomico, durante il week end è possibile visitare il vecchio mercato di Galway. Poco lontano dalla Chiesa di San Nicola, tra colorate bancarelle e una spensierata atmosfera.

Gite fuori porta

L’Irlanda è molto bella da visitare da cima a fondo, durante un viaggio che copra il suo territorio interamente. Bello da lasciare senza fiato e ricco di diversità che contraddistinguono ogni contea, se il tempo a disposizione non è molto si può però valutare di fare delle gite in giornata con partenza da Galway.

Le spettacolari Cliffs of Moher si trovano a breve distanza da Galway, circa 75 km. Sono uno dei punti panoramici più belli d’Irlanda e non solo, e ammirare l’oceano Atlantico dalle vertiginose altezze delle scogliere è un’esperienza emozionante. Da Galway sono facilmente raggiungibili anche le selvagge Isole Aran, con un bus navetta dal centro città che ti porta direttamente all’imbarco del traghetto per le isole. Sul blog di Viaggia Scrittori puoi trovare un bellissimo articolo proprio sulle Isole Aran.

Attraverso la Wild Atlantic Way direzione Nord, si può raggiungere in circa un’ora il Connemara, una delle zone a me più care di tutta Irlanda. Torbiere, laghi, fiumi e graziosi cottage rendono la regione carica di fascino.

Se invece cerchi testimonianze storiche e religiose, sono molti i siti archeologici che si possono trovare nelle vicinanze di Galway. Nel mio viaggio in Irlanda ho visitato le rovine di Clonmacnoise, qui si trovano antichi resti di templi e alcune tra le più spettacolari e grandi croci celtiche.

Informazioni pratiche

Galway è raggiungibile dall’Italia in aereo con Ryanair con arrivo all’aeroporto di Knock, una cittadina a circa un’ora di distanza, da cui è possibile visitare l’intera costa Ovest. Si può volare anche su Dublino, se si vuole scoprire la città, e raggiungere Galway in circa un paio di ore.

Io alloggiai in una graziosa villetta a schiera di una zona residenziale della città, trovata tramite Airbnb, in cui l’offerta di alloggi è ricca e i costi contenuti.

L’Irlanda rapisce il cuore tra il verde dei suoi prati e le viste da cartolina.

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.