The Wool Plaid ai Sunshine Blogger Award: sono stata nominata!

Logo dei Sunshine Blogger Award

Qualche giorno fa, sono stata nominata ai Sunshine Blogger Award 2020, una candidatura virtuale senza vincitori finali, che premia i blog più creativi, d’ispirazione e di qualità che ci siano sul web. Quando vieni menzionata in una categoria alla quale tieni molto, questo riesce a rendere il momento ricco di entusiasmo e positività. Il fattore più bello a mio avviso, è proprio l’essere nominato da altri blogger, da persone quindi che come me amano il mondo digitale e la scrittura creativa. Un modo per far conoscere ai propri lettori altri blog che potrebbero essere di loro interesse e premiare i colleghi talentosi.

In cosa consiste la candidatura ai Sunshine Blogger Award?

Verdiana, autrice del blog Ho Visto un Posto, che ringrazio moltissimo per avermi nominata tra tanti, ha selezionato alcune domande da pormi a cui risponderò in questo articolo. A mia volta nominerò alcuni tra i miei blog preferiti e che reputo siano ispirazionali, fantasiosi e ben scritti. Porrò loro alcune domande alle quali vorrei rispondessero.

Loro dovranno poi scrivere un articolo riguardo l’iniziativa utilizzando il logo in fondo a questo articolo e menzionare i blog che reputano abbiano le qualità descritte prima. Il numero di blog da nominare è variabile e soggettivo, dai 5 ai 15, qui dovrà essere brevemente illustrato il blog e nominato con relativo link al sito. Andranno poi scelte una decina di domande da porre a loro volta ai blogger selezionati. Per ultimo andrà menzionato con il link al blog il blogger che vi ha nominato ai Sunshine Blogger Award.

California Sunshine blogger award

Le mie risposte per i Sunshine Blogger Award

Come è nata l’idea di aprire un tuo blog?

Era diverso tempo che questa idea rimuginava nella mia testa, spinta dalla passione per i viaggi che diventava sempre più intensa, da quella per la scrittura, che mia accompagna sin dalla tenera età e dalle numerose richieste di amici per consigli di viaggio. Così nel 2016 ho deciso di coniugare tutti questi aspetti e aprire The Wool Plaid, il mio spazio virtuale, in cui racconto le mie esperienze di viaggio con consigli pratici e organizzativi.

C’è un posto in cui torneresti mille volte e perché?

Sono numerosi i luoghi che rivedrei all’infinito. Tra questi non mi stancherò mai di Parigi, la città dei miei sogni da bambina, per la sua atmosfera romantica e senza tempo che rispecchia tantissimo la mia personalità. È come se, in una precedente vita, io avessi vissuto li.

Che rapporto hai con la fotografia in viaggio: uno scatto e via, oppure passi anche ore alla ricerca dello scatto perfetto?

Sono una perfezionista anche un po’ testarda. Ciò equivale al prefissarmi degli obbiettivi che finché non vengono realizzati non mollo. Mi ritrovo quindi molto spesso ad alzarmi all’alba, ad orari improbabili, affinché io riesca a scattare fotografie in luoghi generalmente molto affollati che ho “puntato” i giorni precedenti. Poi, ovviamente, ci sono anche scatti fotografici fatti in momenti in cui il tempo a disposizione è poco, ma che riescono ugualmente a soddisfarmi.

Quando si torna da un viaggio si è pieni di informazioni, ricordi e idee. In che modo le organizzi per trarne il meglio per il tuo Blog?

Innanzitutto attendo qualche giorno prima di mettere mano al blog, Questo perché con il passare del tempo mi sono accorta di quanto io riesca a realizzare mentalmente ciò che il viaggio è stato per me. Le emozioni, le avventure e le esperienze, a mente fredda riesco ad essere meno impulsiva e più realista. Dopodiché stilo una lista di quelli che sono gli argomenti che vorrei trattare e li inserisco nel piano editoriale del blog, in modo da non monopolizzare il blog per un mese con lo stesso argomento. Infine, via libera alla creatività!

C’è qualcosa che vorresti migliorare nel tuo Blog? Cosa?

Penso che, come nella vita, non si possa mai essere soddisfatti al 100% di qualcosa e che ovviamente ci sia sempre spazio per migliorarsi. Il mio blog è nato per passione e al momento, non ha nessuno scopo in ambito lavorativo. Questo anche perché la mia preparazione a riguardo non arriva da studi concreti sul tema. Con il passare del tempo mi sto quanto più formando e di conseguenza cercando di migliorare in questo campo.

Ti è capitato di scegliere una meta che non avresti mai pensato di visitare ma di cui ti sei innamorato dopo averla vista sui social?

Più che una meta, direi che grazie ai social ho scoperto alcune attrazioni o punti di interesse che magari non erano menzionati in guide e/o blog. Luoghi in città che già avevo in programma di visitare e che ho scoperto tramite scatti fotografici.

Come nasce l’idea di un viaggio: ti attieni solo alla tua personale bucket list o ti concedi qualche improvvisazione?

Improvviso molto. Questo perché la mia spiccata curiosità mi porta a voler scoprire sempre più paesi sconosciuti. Quindi oltre alle destinazioni presenti nella mia lunghissima Bucket List , spesso mi trovo a leggere una rivista e conoscere un paese che mai prima di quel momento avrei preso in considerazione. Penso che i luoghi che si vogliono visitare dipendano molto anche dallo stato d’animo del momento.

Mi racconti la disavventura più assurda che ti è successa in giro per il mondo?

Nel mio recente viaggio on the road in Irlanda, abbiamo bucato una gomma e piegato il cerchio nel bel mezzo del nulla nella Contea di Donegal e abbiamo percorso diversi km (rischiando di rimanere bloccati o che la gomma non reggesse) fino al primo distributore aperto. Li, dopo aver contatto l’autonoleggio, ci siamo trovati a dover attendere gli aiuti per ben quattro ore. Una volta risolto il problema ci siamo diretti verso la nostra destinazione finale, distante altre 3 ore di viaggio, tra strade buie e strette nel bel mezzo della campagna irlandese.

Quali sono tre viaggi imperdibili secondo te da fare almeno una volta nella vita (sia che tu li abbia già fatti, sia che siano ancora sulla tua bucketlist)?

Il primo è senza dubbio la California, da visitare in auto, in lungo e in largo. Io ho percorso tutta la costa da San Diego a San Francisco in circa dodici giorni. Resta ad oggi, il mio viaggio più bello. Imperdibili poi, i paesi del Sud Est Asiatico, dall’Indonesia al Myanmar, sino al Vietnam (impossibile sceglierne uno). Per ultimo direi Hawaii, tanto lontane quanto affascinanti.

Stiamo vivendo un periodo molto particolare. Il Covid-19 ha messo in ginocchio l’intero pianeta e il turismo è praticamente fermo da mesi. Qualora si potesse riprendere a viaggiare in Italia, quale sarebbe la tua prima meta?

Ho molte località della nostra penisola che vorrei visitare quando potremo. La città di Bologna, che non ho ancora avuto modo di visitare, sarebbe indubbiamente la prima. Dista poche ore di auto dalla mia Varese e sarebbe quindi una perfetta meta di viaggio.

Marocco Sunshine Blogger Award

Le mie Nomination

Ecco i blog che ho scelto di nominare per questi Sunshine Blogger Award,che si distinguono per qualità, creatività, dedizione e positività.

  • La Prof con la Valigia: Giulia riesce a trasmettere alla perfezione le sue emozioni in viaggio. Dai paesi più lontani, alle località italiane sino al bellissimo Lago Maggiore, tramite il suo blog si scoprono nuovi luoghi e destinazioni di viaggio da sogno.
  • Una Sarda tra le Nuvole: Lucia è un mix esplosivo di positività ed energia, che riesce a trasmettere anche nel suo blog, che oltre a raccontare dei suoi viaggi e della sua permanenza in Australia, spazia su tematiche sociali e personali.
  • Le Avventure di Enne: Noemi è l’autrice del blog Le Avventure di Enne, appassionata dall’Irlanda e dai viaggi wild, saprà conquistarvi con il suo animo solare.
  • Travel on Art: Anna e Anastasia coniugano alla perfezione arte e viaggi nel loro fantastico blog, tanto coinvolgente quanto creativo.
  • As Far as you Can: Martina è una fonte preziosa di consigli e idee di viaggio, che spaziano dall’Italia sino ai paesi più lontani, tra cui la meravigliosa Asia.
  • The Lazy Trotter: il blog di Cristina rispecchia pienamente il suo animo avventuroso e gipsy, che la porta a viaggiare verso mete incredibili in ogni angolo del Pianeta.
  • Todomundoebom: Nati e Nico hanno da poco aperto il loro blog di viaggi in cui raccontano i loro numerosi viaggi, gli anni vissuti in California e le esperienze in Argentina, paese natale di Nico.

Queste sono le domande a cui mi piacerebbe rispondeste:

1. Cosa ti ha spinto ad aprire un blog?

2. Qual è il viaggio più entusiasmante che hai fatto fino ad ora?

3. Quali sono le motivazioni che ti spingono a viaggiare?

4. Qual è il tuo luogo preferito in Italia?

5. Hai un aneddoto particolare da raccontare accaduto durante lo scatto di una fotografia in viaggio?

6. Per organizzare i tuoi viaggi prendi spunto dai social e/o dai blog di viaggio?

7. Tra i viaggi dei tuoi sogni ancora da realizzare, qual è il primo in lista?

8. Un luogo dei tuoi viaggi che ti ha deluso?

9. Quando la situazione sanitaria mondiale sarà migliore, quale sarà il primo viaggio che vorrai fare?

Se conoscete blog di viaggio che dovrei assolutamente leggere, consigliatemeli pure, sono curiosissima di scoprirli!

Parigi

You might also like

No Comments

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.